sabato 29 marzo 2014

Apple Pie



Ingredienti per la pasta base:
350 gr di farina 00
175 gr di burro o margarina
6 cucchiai circa di acqua fredda

Per il ripieno:
4 mele
il succo di un limone
80 gr di zucchero 
1 cucchiaio e 1/2 di amido di mais

Per glassare:
1 cucchiaio di latte
1 cucchiaio di zucchero

Procedimento:

Mettere la farina in una ciotola quindi unire il burro o la margarina a dadini e impastare velocemente ottenendo un mucchietto di briciole, versare l'acqua lavorando la massa finché si compatta e formare  una palla, far riposare l'impasto nel frigo avvolto nella pellicola per circa 30 minuti.
Bimby: inserire nel boccale la farina e il burro 20 sec. Vel. 4/5, aggiungere dal foro del coperchio l'acqua un cucchiaio alla volta, continuando a lavorare a vel. 4/5 per circa 20 sec. ancora.
Fate attenzione potrebbe bastare meno acqua, controllate se l'impasto è sodo e compatto.
Tagliare le mele a fettine e metterle in una ciotola con l'amido di mais, il succo del limone e lo zucchero.
Stendere metà della sfoglia con il mattarello, delicatamente senza tirarla con le mani e ricavare un disco da posizionare nella teglia da 24 cm, disporre le mele cercando di accumularne di più verso il centro, e ricoprire con un altro disco di sfoglia ottenuto nella stessa maniera.
Ritagliare la pasta in eccedenza dai bordi, stendere gli avanzi e ritagliare dei rombi per decorare l'Apple Pie. Spennellare con il latte e spolverizzare di zucchero semolato, con la punta di un coltello,praticare un foro al centro e cuocere in forno già caldo  a 200º per circa 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 160º e cuocere circa 25 minuti.

Ciambella con uova e confetti di zucchero



Ecco una bellissima ciambella che, oltre ad essere buona, decora con allegria la tavola di Pasqua, la ricetta e la foto vengono da un vecchissimo numero di una delle mie numerose riviste di cucina, conservate gelosamente, io l'ho preparata più di una volta ed é sempre stata un successone!

Ingredienti per 8 persone:

500 gr di farina 00
4 tuorli d'uova
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaio di cannella in polvere
220 gr di burro
170 gr di zucchero
1 bustina di vanillina
La scorza di 1 arancia grattugiata
1 pizzico di sale

Per decorare:
Confettini di zucchero colorato
3 uova intere
1 tuorlo d'uovo

Procedimento:
Sciogliere  il burro a calore moderato, versare 4 tuorli e lo zucchero in una ciotola e montarli a lungo con lo sbattitore fino a diventare gonfi e chiari.
In un'altra ciotola setacciare farina, lievito, sale, vanillina e cannella e incorporare il tutto poco alla volta, ai tuorli, alternando con il burro intiepidito, e continuando a lavorare con la frusta regolata al minimo della velocità.
Aggiungere la scorza grattugiata dell'arancia e cominciare a lavorare l'impasto con le mani per 3/4 minuti, deve risultare abbastanza sodo e malleabile. Se dovesse risultare troppo morbido e appiccicoso aggiungere farina, al contrario ammorbidire con un po' di latte.
Tenere da parte circa 60 gr di impasto, e modellare il restante in un cilindro da mettere dentro a uno stampo per ciambellone, saldare le due estremità sovrapponendole leggermente.
Lavare le uova, asciugarle e poggiarle una nel punto in cui il cilindro si è saldato, e le altre ai lati.
Con la pasta messa da parte formare dei rotolini e sistemarli incrociati sulle uova, spennellare la ciambella e i rotolini decorativi con il tuorlo rimasto sbattuto con poca acqua. Distribuire sopra i confettini.
Infornare a 180º e cuocere per circa 40 minuti, lasciare intiepidire nel forno spento e con lo sportello aperto.
Servire la ciambella su un piatto da portata riempiendo il centro con i confettini oppure con le uova di cioccolato o ancora con un mazzettino di fiori, diventerà un bellissimo centrotavola.

giovedì 27 marzo 2014

Twix


Questa é una di quelle ricette di cui ho preso nota al volo sul web, da una delle mie pagine preferite di cucina, un semplice biscotto ricoperto con uno strato di dulce de leche, nessuna paura è una crema mou che si trova in quasi tutti i supermercati vicino alla Nutella, e poi ricoperto di cioccolato al latte fuso...semplice, veloce da preparare e buono come la conosciuta barretta...anzi no ...di piu!

Ingredienti per il biscotto:
1 albume
70 gr. di zucchero
40 gr. di burro
125 gr. di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 bustina di vanillina

1 barattolo di dulce de leche (crema mou)
1 tavoletta di cioccolato al latte da 200 gr.

Lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere l'albume, la farina, il lievito e la vanillina.
Con il composto ottenuto preparare dei rotolini da tagliare in pezzi di circa 10 centimetri, disporli su una teglia ricoperta di carta forno schiacciandoli un pochino per appiattirli. 
Cuocere in forno a 180º per circa 10/15 minuti.
Quando i biscotti si sono raffreddati spalmare uno strato di dulce de leche e metterli nel congelatore per far rapprendere bene la crema mou, dopodiché tuffarli nel cioccolato al latte fuso ricoprendoli totalmente e lasciarli solidificare ancora nel frigo...fatto!!! 
Ora avete delle buone e sane barrette da gustare insieme ai vostri bambini...


Torta "Pinguì"




...questa torta fa parte della mia "collezione" ...i famosi foglietti accumulati nel corso degli anni...tra una lezione in palestra e una in piscina, si trova sempre il tempo di uno scambio di ricette tra appassionate di cucina, e le "mie signore" ne sanno preparare di golosità!

Ingredienti per la base:
1 bicchiere di carta come unità di misura 

3 uova intere 
1 bicchiere di latte
1 bicchiere  di olio di semi di arachide
2 bicchieri di zucchero 
2 bicchieri e 1/2 di farina 00
1/2 bicchiere di cacao amaro
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina

Per la farcitura:
200 ml di panna da montare
Nutella

Per la bagna: 2 cucchiai di caffè  (volendo anche solubile)

Preparazione:
In un contenitore versare prima le uova e lo zucchero, sbattere bene fino ad ottenere una massa cremosa e man mano aggiungere prima gli ingredienti in polvere e poi i liquidi.
Versare il composto ottenuto in uno stampo rettangolare imburrato e infarinato , se in silicone non c'è bisogno di infarinare e imburrare, e infornare a 180º per circa 30 minuti, prova stecchino consigliata come sempre.
Lasciar raffreddare il dolce e poi dividerlo a metà, bagnare le due metà con il caffè solubile sciolto in acqua calda, oppure con il caffè normale leggermente zuccherato, ricoprire prima con Nutella e poi con panna montata. 
Coprire con l'altra metà e spolverizzare di zucchero a velo, o ricoprire con un sottile strato di cioccolato fuso. Tagliare in rettangoli di circa 10 cm x 3 cm.
Io non ho messo la bagna al caffè, è venuta buonissima lo stesso, la base è molto soffice e delicata e anche senza bagnarla è morbidissima.


mercoledì 26 marzo 2014

Tripudio di dolcezze!!!



 Emi è una specialista nel preparare buffet per le feste, sue queste quattro dolcezze da servire in ogni occasione!

- Crostata con Nutella e ricotta
Ricettina........x la frolla ...300g di farina..150 g di zucchero...100 g di burro ...1 uovo intero ...1/2 bustina di lievito....Dividere la frolla in due ..con una metà fare la base e mettere la nutella Q.b.  E sopra 400 g di ricotta di pecora con 2 cucchiai di zucchero ....ricoprire bene con altra metà di frolla sbriciolata sopra
Al forno x 35 minuti 170/180'

- Torta cioccolato e pere
150g cioccolato fondente. ..2 cucchiai di cacao in polvere...200g di zucchero..100 g di burro morbido ....230 g di farina ..70 g di fecola di patate ....120 g di yogurt ..80 g di latte....3 uova...1 bustina di lievito x dolci. ..1 bustina di vanillina ..2 pere zucchero a velo....un pizzico di sale.Tritare il cioccolato aggiungere burro,zucchero,yogurt,latte uova e vanillina40 secondi  vel.4 unire fecola farina e il sale:1 minuto vel.5aggiungere lievito 10secondi vel.4 .Imburrare e infarinate una tortiera di 24 cm.e versare la metà del composto.sbucciare le pere a spicchi e unirle all'impasto spolverare le pere con il cacao in polvere....ricoprite con altra metà dell'impasto .Cuocere in forno ventilato x40 minuti a 160/170........Ricetta presa dal libro del .bimby.......

- Dolcetti di frolla ripieni di marmellata e cioccolata decorati con zuccherini colorati

- Torta di mele 


lunedì 24 marzo 2014

Pasta frolla

La pasta frolla è decisamente uno degli impasti base più versatili, ogni appassionata di cucina ha una sua ricetta magari tramandata di madre in figlia che va benissimo, qui vi trascrivo ciò che dicono i maestri pasticceri in uno dei miei tanti libri di cucina.
La preparazione è descritta rigorosamente a mano, noi al giorno d'oggi ci facciamo aiutare dai più svariati attrezzi, planetarie, bimby, fruste...io vi invito a provare una volta a "sentire" la pasta con le mani, a ritrovarvi tutte impiastricciate, magari proprio come facevano le nostre mamme mentre noi bambine le guardavamo stupite giocare con le uova, lo zucchero...e quella buchetta magica nella farina dove mettere pian piano tutti gli ingredienti...vale la pena anche solo per ritrovare negli occhi dei nostri bambini quella curiosità per le cose semplici e artigianali.

Nella ricetta sono indicate le dosi di una pasta frolla per 6 persone cioè circa 600 gr di impasto.
Siccome la pasta frolla, se protetta dall'umidità con una pellicola, si conserva in frigo per 2 giorni e in congelatore per 30, se ne possono realizzare quantità maggiori da conservare e usare all'occorrenza.

250 gr di farina 00
150 gr di burro
100 gr di zucchero a velo
2 tuorli
1 bacca di vaniglia
scorza di limone
sale

Preparazione:

Lasciare ammorbidire a temperatura ambiente il burro tagliato a pezzetti, poi impastarlo con  metà dello zucchero. 
Disporre la farina a fontana su una spianatoia e nel buco centrale mettere il resto dello zucchero, i tuorli, un pizzico di sale, la bacca della vaniglia incisa longitudinalmente e raschiata e la scorza del limone grattugiata.
Impastare gli ingredienti cercando di lavorare il composto molto velocemente per evitare  che la frolla si scaldi.
Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola per alimenti e lasciarlo riposare in frigo per almeno 30 minuti prima di stenderlo.

Devi sapere che...
Può capitare che la pasta frolla anziché restare compatta vada a pezzi, diventi appiccicosa e impossibile da stendere, in casi come questo la tentazione è di lavorarla ancora, niente di più sbagliato! è proprio il calore delle mani e l'eccessiva lavorazione a rovinarla, l'unico rimedio possibile è quello di rimpastarla velocemente con 2/3 cucchiaiate d'acqua fredda o mezzo albume.

E anche...
Dopo aver steso la frolla nello stampo punzecchiala con la forchetta per evitare che durante la cottura si gonfi, e prima di cuocere procedi con la guarnizione come previsto dalla ricetta.
Nel caso di farciture con creme che non richiedono la cottura o con la frutta fresca, realizza,una cottura "in bianco", il metodo più tradizionale per farla prevede di ricoprire la pasta con carta da forno e di sovrapporre dei fagioli secchi che facciano da contrappeso.

Cottura:
In forno statico già caldo a 170º per circa 25 minuti.





La Grande Pasticceria - Accademia Maestri Pasticceri Italiani




domenica 23 marzo 2014

Madeleines



...le Madeleines, non so perché, mi hanno sempre ricordato un sapore d'infanzia, forse erano uno dei pochi dolci che mi piacessero, visto che il gusto del dolce mi ha conquistata in età adulta...ho cercato molto una ricetta che si avvicinasse al sapore originale, ma ovunque io cercassi, libri, appunti, web, non c'era una ricetta uguale all'altra! 
Questa ricetta nasce da un mix di libri di cucina e consigli dal web...devo dire che sono venute molto belle, molto buone ma ...ancora non sono perfette...
seguendo questa ricetta e utilizzando l'apposita teglia con 12 stampi ne sono venute 24.

Ingredienti:
2 uova intere 
1 tuorlo
125 gr di zucchero a velo
125 gr di burro sciolto e intiepidito
80 gr di farina
45 gr di fecola di patate 
la punta di un cucchiaino di lievito per dolci
1 scorza di arancia grattugiata 
(prima di grattuggiarla ho lasciato l'arancia immersa in acqua e bicarbonato per rimuovere ogni residuo dalla buccia)

Procedimento:
Lavorare molto bene le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa e chiara, aggiungere poco alla volta, continuando a lavorare molto  lentamente, la farina, la fecola e il lievito setacciati, il burro sciolto e infine la scorza dell'arancia grattugiata.
Lasciare l'impasto in frigorifero per almeno un paio d'ore, questo passaggio serve per far venire la gobbetta tipica di questi dolcetti, ho letto che è proprio lo shock termico a garantirne la riuscita.
Versare l'impasto in una sac a poche e riempire gli stampini per 3/4.
Cuocere in forno già caldo a 160º per circa 15 minuti.



sabato 15 marzo 2014

PASTA GENOISE


È una pasta molto simile al pan di Spagna da cui si differenzia per la proporzioni degli ingredienti e per il metodo di lavorazione che le conferiscono un sapore e una consistenza più forti.
Per ottenere la Genoise occorrono: 

4 uova, 
140 gr. di zucchero, 
140 gr. di farina, 
40 gr. di burro, 
sale, 
burro e farina per lo stampo. 
Si procede come per il pan di Spagna (lo trovi qui) salvo il fatto che l'impasto viene montato a caldo a bagnomaria, e che si deve inserire il burro fuso prima della farina.




(La grande pasticceria-Accademia Maestri Pasticceri Italiani)

PAN DI SPAGNA

Parliamo un po' di pan di Spagna, é un impasto utilizzato per la maggior parte delle torte farcite e deve quindi essere leggero, plastico e in grado di trattenere i liquidi quando viene inzuppato.
- Per montare l'impasto è sempre meglio utilizzare una frusta composta da tanti fili sottili che permettono di inglobare l'aria in modo corretto. Questa fase deve durare al massimo 15-20 minuti e va effettuata a velocità sostenuta.
- Se volete un PDS più leggero, montate a parte l'albume prima di inserirlo.
- Perché il PDS sia soffice, occorre che durante la cottura l'umidità presente nella camera del forno non venga dispersa. Evitate quindi di aprire lo sportello.

4uova, 
150 g di zucchero, 
150 g di farina, 
1 bacca di vaniglia, 
sale, 
burro e farina per lo stampo.
Sbattere con le fruste le uova (a temperatura ambiente) con un pizzico di sale e lo zucchero per almeno 15 minuti fino a quando il composto sarà diventato gonfio e biancastro. 
Aggiungere la farina versandola a pioggia con lo spargifarina e la polpa della bacca di vaniglia incisa longitudinalmente e raschiata.
In questa fase mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno per incorporare il tutto alle uova senza smontarle, con un movimento continuo e regolare, dal basso verso l'alto, finché tutta la farina é incorporata. 
Versare l'impasto nello stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno già caldo a 160º per 25 minuti. Sfornare il PDS, metterlo su una gratella per dolci a raffreddare.

Con le dosi indicate nella ricetta otteniamo 1 PDS del diametro di 24 cm, ecco alcune proporzioni che ci aiutano ad avere sempre le dosi giuste: 
per un PDS di 20 cm di diametro diminuire le dosi del 30 % 
per un PDS di 22 cm di diametro diminuire le dosi del 15 %
per un PDS di 26 cm di diametro aumentare le dosi del 20 %





La grande pasticceria (Accademia Maestri Pasticceri Italiani)


venerdì 14 marzo 2014

Crostata con i cuori di Rosanna Savino


Questa bellissima crostata con i cuori postata da una bravissima fan la nostra Rosanna Savino, ha riscosso un successo incredibile sulla mia pagina...si merita un posto d'onore nel mio Blog!

Ingredienti per la pasta frolla:

400 gr di farina
150 gr di zucchero
1 uovo + 2 tuorli
200 gr di burro
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
1 cucchiaio scarso di lievito


Nutella per farcire e decorare a piacere ...certo questi cuoricini sono proprio carini!

Bignole alla marmellata



...e ancora da uno dei miei libri preferiti...un'altra golosità...

Ingredienti:
un panetto da 25 gr. di lievito di birra
150 ml. di acqua
500 gr. di farina 00
300 gr. di marmellata di albicocche
olio per friggere

Per decorare 
zucchero a velo

Procedimento:
Sciogliere il lievito sbriciolato in una ciotola con circa 13 dell'acqua tiepida.
Disporre la farina a fontana sul piano di lavoro o in una grande ciotola, e al centro versare il lievito sciolto mescolando molto bene, poco alla volta incorporare l'acqua tiepida rimasta, continuando a lavorare fino ad ottenre un impasto morbido e omogeneo.
Lasciar riposare l'impasto nella ciotola, coperto con un canovaccio almeno per 1 ora, o fino a quando sarà raddoppiato.
Preparare la marmellata per la farcitura facendola sciogliere in una casseruola su fuoco basso o al microonde, lasciarla intiepidire e metterla in una sac a poche con bocchetta liscia.
Prelevare dei piccoli pezzi di pasta della misura di una noce. arrotolandoli tra i palmi delle mani dare la forma di palline e tuffarli pochi per volta nell'olio, ben caldo ma non fumante.
Scolare quando dorati e lasciare asciugare su carta assorbente. 
Praticare una piccola incisione sulle "bignole" e usando la sac a poche preparata, farcire con la marmellata.
Spolverizzare con lo zucchero a velo e servire possibilmente calde...



Tortelli di San Giuseppe


...buonissimi e anche molto semplici da fare i tortelli di San Giuseppe sono un'altra variante dei tanti dolci fritti che si realizzano in occasione di questa festa...ricetta eccezionale e collaudatissima da uno dei miei libri di cucina...

Ingredienti:
350 ml di acqua
70 gr. di burro
200 gr. di farina 00
5 uova
25 gr. di zucchero semolato
1 cucchiaio di acqua di fiori d'arancio
sale
olio per friggere (io uso arachide)

Per decorare
zucchero a velo

Esecuzione:
Mettere sul fuoco l'acqua, unire il burro a pezzetti e il pizzico di sale e portare a ebollizione.
Aggiungere in una sola volta la farina setacciata e cuocere a fuoco moderato per 10 minuti, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno. Rompere le uova separando i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi  a neve ben ferma, togliere dal fuoco l'impasto e una volta intiepidito incorporare lo zucchero, l'acqua di fiori d'arancio e i tuorli uno alla volta alternati a cucchiaiate di albumi montati. Lavorare bene la pasta per renderla omogenea, coprirla e lasciarla riposare circa 1 ora.
Prelevare l'impasto a piccole dosi con un cucchiaino e far friggere i tortelli in abbondante olio ben caldo, ma non fumante, rigirandoli finchè saranno ben gonfi.
Sgocciolare i tortelli prelevandoli con un mestolo forato e lasciarli perdere l'unto in eccesso su carta assorbente.
Disporli su un piatto da portata e spolverizzarli con lo zucchero a velo.

martedì 11 marzo 2014

Ciambellone alle rose di mela


...un semplice Ciambellone si può trasformare con poco in un dolce decorato dall'aspetto veramente elegante...cotto nel fornetto Versilia ma, ovviamente, cuoce benissimo nel forno tradizionale.
Ricetta originale di Nadia Veccia su uno dei miei gruppi preferiti dedicati al fornetto Versilia "Il forno sul fornello"...vi invito a visitarlo se siete curiose...

potete usare questa ricetta per la base della torta oppure usate la vostra preferita quella che usate di solito, che viene sempre bene...e poi dedicatevi alla decorazione con le mele...

Ingredienti per la base:
3 uova
200 gr di zucchero
300 gr di farina 00
1 bustina di lievito 
la scorza grattugiata di un limone
60 ml di olio di arachide
1 pizzico di sale

Per decorare:
3 mele piccoline rosse
Limone 
Acqua
Zucchero


Sbattere a lungo le uova con lo zucchero e poi aggiungere farina, lievito e olio (la ricetta originale dice evo ma io uso arachide perché non mi piace il gusto forte dell'olio evo) e infine il pizzico di sale.
Aggiungere la farina, il lievito, la scorza del limone e l'olio, si otterrà un impasto bello consistente.

Preparazione per le mele:
In un pentolino scaldare un pò d'acqua con due cucchiai di zucchero, lavare bene ogni  mela e senza sbucciarla scavare al centro per togliere il torsolo con l'apposito utensile, dopodichè tagliarla a rondelle e metterle in un contenitore con il succo del limone per non farle annerire. 
A questo punto, poche fettine alla volta, le lasciamo cuocere un pò nell'acqua con lo zucchero giusto per farle ammorbidire, e le mettiamo a scolare sulla carta forno.
Su ogni rondella ora pratichiamo un taglietto  e arrotolandola su sè stessa cominciamo a creare le roselline, le disponiamo man mano sulla superficie del dolce a creare un bel bouquet, infornare a 180º nel forno statico per circa 35 minuti, oppure se usate il Versilia sul fornello piccolo 5 minuti a fuoco medio e poi 50 minuti al minimo.
D'obbligo la prova stecchino in entrambi i casi!
Spolverare con zucchero a velo e ammirate!