lunedì 30 settembre 2013

Foglietti volanti!!!


È in arrivo la categoria a me più cara....la mia raccolta di ricette, ritagli di giornali, vecchi e preziosissimi ricettari Bertolini o Paneangeli, ricette scritte sulle bustine del lievito o sulle scatole del cacao...ma soprattutto sui foglietti, ho collezionato ricette scritte da tutte le donne meravigliose che ho la fortuna di avere nella mia vita...la mia mamma e le donne della mia famiglia, le mie amiche, ma soprattutto le mie allieve.

Ricette annotate in fretta con un nome simpatico che mi facesse ricordare l'autrice, tutte cuoche più o meno esperte ma che mettono il cuore in ciò che preparano  ed eccole qua pronte per essere regalate a voi così come mi sono state consegnate....vi invito a preparare quelle che più vi piacciono e a inviarmi le foto per arricchire il mio piccolissimo Blog....

Nastrine


La ricetta di queste buonissime brioches  arriva da una delle mie pagine Facebook preferite "Ricette Bimby" di Flavia Conidi di seguito il procedimento che ovviamente si può realizzare altrettanto bene impastando gli ingredienti con un'altra impastatrice o più semplicemente a mano.

Ingredienti:
250 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
1 bustina di lievito di birra secco
250 ml di latte a temperatura ambiente
50 gr di zucchero
50 gr di burro ammorbidito
3 tuorli d'uovo
un pizzico di sale

per la farcia:
100 gr di burro ammorbidito
100 gr di zucchero 

preparazione Bimby:
Mettere tutti gli ingredienti nel boccale a partire dalle due farine e impastare per 4 minuti velocità spiga
lasciare lievitare l'impasto per circa due ore.
Preparare la crema di burro e zucchero lavorando i due ingredienti nel boccale circa 30 sec. vel.3.

Finita la lievitazione dividere l'impasto in due parti e stenderlo formando due belle sfoglie rettangolari, lavorare una sfoglia alla volta, cominciando dal lato più corto stendere su una parte di circa 10 cm la crema di burro e ripiegare la sfoglia su sè stessa, proseguendo fino a che la sfoglia sarà tutta ripiegata...spero che dalla foto si capisca.... in questa fase io ho aggiunto anche delle gocce di cioccolato, e a piacere si può aggiungere uvetta o pinoli o una granella di nocciole....




a questo punto tagliare in due il rettangolo ottenuto per la lunghezza e poi dividere ancora in tre ogni parte
Ora arrotolare le parti ottenute per dare la classica forma alle nostre nastrine                                    
Mettere a lievitare ancora per 40 minuti circa sulla placca ricoperta di cartaforno.                                
Cuocere a 180° per circa 15/20 minuti.  

Buona Colazione!!!!
                                                                                               

domenica 22 settembre 2013

Cheesecake

Ingredienti:

400 gr. di biscotti tipo Oro Saiwa
250 gr. di burro
250 gr. di ricotta
250 gr. di mascarpone
150 gr. di zucchero a Velo
10 gr. di gelatina in fogli
200 ml. di panna liquida
100 ml. di latte

Preparazione:

Per il fondo della torta: rivestire di carta da forno una tortiera a cerniera di 26 cm. 
Tritare i biscotti, aggiungere il burro fuso  e mescolare, disporre l'impasto sulla tortiera livellando bene con il dorso di un cucchiaio e lasciare raffreddare in frigorifero.
Mescolare la ricotta con il mascarpone e lo zucchero in una ciotola, far ammorbidire la gelatina nell'acqua per una decina di minuti.
Far bollire la panna e il latte in un pentolino e aggiungere la gelatina, unire alla crema di formaggi e amalgamare velocemente.
Versare nella tortiera sulla base di biscotti e livellare bene.
Lasciare la Cheesecake in frigorifero per almeno tre ore.

La Cheesecake si può decorare in molti modi ad esempio con delle fragole fatte ammorbidire velocemente in un pentolino con lo zucchero o ancora con un toping alla frutta o al cioccolato, o con la marmellata di more, di frutti di bosco, di fragole ....insomma secondo le vostre preferenze potete dare il gusto che volete a questa versatile base...

sabato 21 settembre 2013

Biscottini da tè



Per questi biscottini abbiamo bisogno della "pasta frolla montata", più morbida, ovviamente più burrosa della classica, per poterla utilizzare con una sac a poche o con la sparabiscotti.
La sparabiscotti è un ottimo attrezzo di facile utilizzo mi raccomando NON usate la carta forno se la utilizzate, ma sparate i biscotti direttamente sulla teglia, va benissimo anche quella in silicone.

Ingredienti per circa 20/24 pasticcini:

500 gr di farina 00 
30 gr di fecola di patate
320 gr di burro a temperatura ambiente
180 gr di zucchero a velo
4 tuorli

Per la copertura:
150 gr di cioccolato fondente

Preparazione:
Lavorare a crema il burro ammorbidito e lo zucchero a velo con lo sbattitore elettrico, quindi aggiungere i tuorli continuando ad amalgamare, per ultimo aggiungere farina e fecola setacciate e impastare fino ad ottenere una pasta liscia e morbida.

Bimby:
Polverizzare lo zucchero 10 sec. Vel.9,  inserire la farfalla aggiungere il burro a pezzetti e montare 30 sec. Vel. 4, raccogliere l'impasto sul fondo, aggiungere le uova e impastare ancora 10 sec. Vel. 4,raccogliere di nuovo aggiungere gli altri ingredienti e impastare ancora 30 sec. Vel. 4.

Facile...facile... la frolla montata è pronta per essere trasformata in deliziosi pasticcini, quindi con la sac a poche con il beccuccio grande a stella, formare delle esse sulla placca foderata di cartaforno, oppure divertitevi con la sparabiscotti....come me e la mia amica di sempre Lallina grande compagna di allegri pomeriggi pasticciosi...

Cuocere  in forno statico già caldo a 200° per 12/13 minuti, appena sfornati trasferirli su una gratella per evitare che continuino a cuocere.
 
Sciogliere il cioccolato fondente in microonde o a bagnomaria e ricoprire i biscottini intingendoli per metà, lasciarli sgocciolare sulla gratella con sotto un piattino.
Servire appena raffreddati, si conservano bene in una scatola ma...non so per quanto tempo...perché finiscono molto presto!





giovedì 19 settembre 2013

Pasta Frolla

Semplice e veloce gli ingredienti sono sempre presenti in dispensa e in frigo, ottima e versatile la pasta frolla ci permette di realizzare ottime crostate, torta della nonna, biscotti, dolcetti e quant'altro la nostra fantasia vorrà ispirarci.                                              


Ingredienti per uno stampo di 26 cm.                               


2 tuorli
100 gr di burro
100 gr di zucchero
200 gr di farina 00
1 pizzico di sale
a piacere scorza di limone grattugiata

Iniziare la preparazione lasciando ammorbidire a temperatura ambiente il burro tagliato a pezzetti, poi disporre la farina a fontana in una ciotola bassa e capiente  o sulla spianatoia, e nel buco centrale mettere i tuorli, lo zucchero, e il burro (e la scorza di limone).
Lavorare gli ingredienti velocemente senza far scaldare troppo l'impasto.
Formare un panetto e lasciarlo riposare in frigo coperto con la pellicola per alimenti circa 30 minuti.

Con il Bimby:
Tritare la buccia del limone 5 sec. vel. 7
aggiungere tutti gli altri ingredienti e impastare
3 min. vel. spiga



Nell'attesa dei suggerimenti per il cioccolato vi posto una ricetta per la Pasta Frolla veramente buona e collaudatissima, dedicata alla mia amichetta Robertina che ha appena iniziato l'avventura della vita insieme al suo amore, e che sicuramente diventerà un'ottima cuoca...

Cioccolato che passione!


Amanti del cioccolato......controllate il mio Blog perché nelle prossime ore vi farò un regalo da non perdere!!!


Stay tuned ..... ❤❤



....Eccomi ho mantenuto la promessa, stasera vi regalo questa bellissima guida sul cioccolato, al punto 6 trovate qualche dolcetto da provare per arricchire il vostro ricettario... e per saperne di più su questa sublime delizia di grandi e piccini, vi invito a clikkare qui:

www.alcioccolato.com


1. IL CIOCCOLATO

Com'è fatto il cioccolato?
Per cioccolato si intende quel favoloso prodotto alimentare realizzato da una miscela di cacaozucchero e, a seconda della tenerezza desiderata, burro di cacao; di quest’ultimo ce n’è in abbondanza nel cioccolato bianco, il quale, tra l’altro, è completamente privo di cacao, per cui lo si può definire un“falso cioccolato”, come del resto anche il cosiddetto “surrogato di cioccolato”, il cui contenuto di zucchero è superiore al 65% del prodotto.

Tipi di cioccolato?
Tutti sanno che il cioccolato in barrette si può presentare nella qualità fondente o al lattetuttavia durante la lavorazione del cioccolato il prodotto può essere arricchito degli aromi più svariati: vanigliaamaretto,nocciolabuccia d’arancialimonementacedro, cannellacoccochiodi di garofano e addirittura pepe e peperoncino, ultimamente assai richiesti! 

2. COME SI FA IL CIOCCOLATO

Come si prepara in fabbrica?
La pasta di cacaozucchero e burro di cacao viene raffinata in macchine appositepiù tempo vi si impiega per la raffinazione più fine risulterà il prodotto finitoNelle conche rettangolari o circolari, riscaldate a 80°C, la pasta viene agitata lentamente ed in modo continuo;

Durante la raffinazione
 una parte del saccarosio si inverte, specie per il cioccolato fondente; Alla pasta si può aggiungere come aroma la vaniglia mentre per il cioccolato al latte si aggiunge al solito latte condensato ed altro cacao.

Come si prepara in casa?

A casa non avrete di certo quei macchinari speciali e di sicuro non sarà così semplice procurarsi dell’ottimo burro di cacao!! Eppure, non temete,l’occorrente è tutto nella vostra cucina!

Cosa vi occorre?(Per bon bon e cioccolatini)
- Del buon cioccolato fondente: più è alta la qualità del
prodotto di partenza migliore risulterà il vostro lavoro finito;

- Un piccolo pentolino immerso nell’acqua di un pentolino
più grande;

- Un termometro per alimenti;

- Una spatola d'acciaio;
- Un piatto di porcellana dura;

Stampini dalle forme più varie o, volendo, pirottini di carta.
Ma non è tutto!
C’è una procedura importantissima da seguire affinché il cioccolato abbia un aspetto magnifico, sia per i cioccolatini e le decorazioni che per le coperture di cioccolato: per dare al cioccolato lucentezza, brillantezza e totale assenza di venature biancastre occorre temperarlo! 

3.IL TEMPERAGGIO DEL CIOCCOLATO


    Come si fa il temperaggio del cioccolato?
    Sembra un processo complicato ma, in realtà, è più difficile a dirsi… prima però di intraprendere
    tutti i passaggi che via via descriveremo, non dimenticate di procurarvi quello che è l’elemento
    essenziale per la procedura del temperaggio: sto parlando del termometro da cioccolato!
    Cos’è il termometro da cioccolato?
    Si tratta di un termometro molto simile a quello che di norma usiamo quando, ahimè, crediamo di avere la febbre ma con una piccola, seppur importantissima, differenza:la taratura parte da -20°C fino ad arrivare a +50°C e l’involucro che riveste il mercurio è completamente in plastica dura.

    Il motivo della differenza va ricercato chiaramente nell’uso diverso che si fa del termometro da cioccolato rispetto all’altro, non solo perché si tratta di un termometro costretto a sopportare temperature assai elevate o basse rispetto a quelle corporee (e qui si spiegano le tarature diverse),
    ma l’involucro in plastica, rendendo più pratico e maneggevole il termometro, fa sì che risulti totalmente sicuro in un ambente così sempre pieno di gente (e non escludo, anzi sottolineo, i bambini) come la cucina.
    La procedura del temperaggio :
    Procuratevi dell’ottimo cioccolato fondente: ricordate che quanto più è buono il prodotto iniziale tanto buono risulterà quello finale!

    2 Sciogliete il cioccolato, precedentemente spezzettatoservendovi di un pentolino che avrete già immerso in uno più grande per metà pieno d'acqua (è la classica cottura detta "a bagnomaria").
    Non appena il cioccolato risulta fuso,introducetevi il termometro lasciando che la sua punta affondi nel liquido.
    Controllate che la temperatura salga a 40-45°C.

    Dopodiché versate il cioccolato fuso su di un piatto di porcellana dura
    e stendetelo con una spatola d’acciaio, vi servirà a riportare il
    cioccolato alla temperatura di 26-27°C;
    anche qui, per controllare la temperatura,immergerete il termometro nel cioccolato leggermente addensato.
    Ora non vi resta che ripetere l’operazione per una seconda volta.
    Quando avrete nuovamente deposto il cioccolato fuso nel piatto,
    aspetterete che la temperatura scenda di una decina di gradi per
    procedere alla lavorazione vera e propria del cioccolato.

    Ma attenzione!
    E’ molto importante, al fine di ottenere un risultato davvero eccellente:
    • controllare che il pezzo di cioccolato da lavorare non sia più freddo di 10°C rispetto alla temperatura ambientale, si formerà della condensa in superficie appena verrà esposto a condizioni più calde;

    • non mescolare mai con acqua il cioccolato, potrebbe legarsi e diventare poi difficile da maneggiare;
    • assicurarsi che il pentolino e gli attrezzi che userete siano completamente asciutti, anche una piccola quantità di umidità danneggerebbe il prodotto finito;

    • se il prodotto finito dovesse risultare ancora opaco si può aggiungere un filo d’olio di semi.
    Col cioccolato temperato in modo corretto è ora possibile realizzare qualunque cosa!

    4...Ricoperto di cioccolato

    La copertura di cioccolato su dolci e torte
    Dei dolci semplicissimi, a base di uova, farina, zucchero ed, eventualmente, latte possono diventare assai più gustose belli se ricoperti di cioccolato;
    ma non solo, una torta di compleanno, o dei dolcetti da tè assumono un aspetto deliziosose a rivestirli è un croccante strato di cioccolato.
    Come si fa?
    Se sono torte:
    versate il cioccolato fuso e già temperato direttamente sulla torta o sul dolce, nel caso in cui si
    tratta di un unico pezzo grande, partendo dal centro e lasciando che da sé il cioccolato scivoli lungo i bordi del dolce lentamente.
    Potreste rivestire i bordi con della panna, qualora il cioccolato non si sia legato perfettamente a tutte
    le parti laterali del dolce. Lasciate che il tutto si rapprenda in frigo per un paio d’ore.

    Se sono dolcetti:
    prendete con degli stuzzicadenti o con la punta di un coltello i dolcetti, anche bigné alla crema, ed immergeteli direttamente nel pentolino in cui il cioccolato temperato è stato fuso;
    poneteli quindi sulla carta forno e lasciateli asciugare.

    Se non c'è tempo per il temperaggio?
    Il temperaggio vi sembra un’operazione artificiosa?
    Volete creare una gustosa torta al cioccolato ma non avete il tempo necessario per sopportare anche il temperaggio?
    Ecco come ottenere una copertura di cioccolato di secondo livello, magari più opaca ma dal gusto
    comunque speciale:
    • fondete 150 g di cioccolato fondente con 20 g di burro;
      aggiungete 3 cucchiai di latte e 60 g di zucchero a velo;

    • ricoprite torte o dolcetti come indicato sopra;

    • lasciate rapprendere il cioccolato in luogo fresco.

    La copertura di frutta

    La frutta può diventare un delizioso attentato alla gola quando a colorarla c’è del croccante cioccolato, bianco o nero che sia.
    Potrete servirla a fine pasto o, volendo, durante una partita a carte; l’effetto sui commensali sarà piacevolissimo;

    Regole da seguire:
    Anche per rivestire della semplice frutta è necessario che stiate attenti a delle regole che potrebbero compromettere il risultato finale;

    • Lavate e asciugate la frutta in modo impeccabile (per asciugarla potreste usare della carta assorbente maneggiata con cautela per evitare la fuoriuscita di ogni umidità);

    • Passate la frutta nella farina di mais se volete ricoprirla completamente;

    • Immergete ogni pezzo di frutta nel pentolino con un attrezzo idoneo per poi ripescarli quando saranno completamente ricoperti di cioccolato;

    • Lasciate scolare infine il pezzo di frutta sulla carta forno affinché si asciughi del tutto.
    • 5. Momenti al cioccolato

      Cioccolato, sempre in prima linea!
      E’ del tutto naturale pensare al cioccolato come il dolce per eccellenza;
      A Natale, a Carnevale a Pasqua il cioccolato fa da padrone sulle tavole imbandite e quando, in estate, il caldo vorrebbe impedirci di gustarlo in tavolette, il cioccolato ci delizia sotto forma di gelato e frappé
      Il cioccolato e i bambini?
      Amico di tutti il cioccolato è amato anche e soprattutto dai bambini!
      Se, infatti, con la crescita, la sensibilità palatale porta ad apprezzare alcuni sapori in modo maggiore rispetto ad altri, pare che da bambini tutti siamo predisposti ad un amore folle per il cioccolato e allora, perché, date le ricche proprietà del cioccolato, non organizzare una bella festa?
      C’è aria di festa?
      E’ piacevole pensare di recarsi ad una festa a base di cioccolato o, comunque, in cui il cioccolato faccia da padrone;
      ecco alcune idee per organizzare, dal punto di vista gastronomico, una splendida festa per bambini a base del formidabile sapore di cioccolato:

      E se ho amici a casa nel pomeriggio?
      Sarebbe una brillante idea preparare dei dolcetti al cioccolato con l’aiuto di ricette semplici e veloci, il gusto inconfondibile del cioccolato renderebbe il pomeriggio incredibilmente eccitante!

      Qualche spunto: cioccolatini…
      Intanto potreste decidere insieme se guardare un film, o giocare a carte o semplicemente chiacchierare, ma mentre decidete… addolcite il palato dei vostri amici con cioccolatini preparati da voi, potreste optare per quelli alle mandorle e rum, o quelli al pistacchio, accompagnati dai mitici tartufi al cioccolato;

      … o dolcetti?Ma magari siete più portati per i dolci in pasta e allora via libera ai pasticcini al cioccolato, alle meringhe al cacao e al dolce al cioccolato e pere!
      E che dire della mousse al cioccolato e della crema al cioccolato e nocciole?

      Spazio alle bevande!Insomma, se nel frattempo si è fatto davvero tardivada per una semplicissima e sempre assai gradita tazza di coccolata attenti solo a servirla fredda se è piena estate, magari trasformandola in un delizioso frappé al cioccolato!!
    • 6. Dolcetti e cioccolatini : ecco le ricette

      CIOCCOLATINI AI PISTACCHI 
      Occorrente per 6-8 persone
      • 200 g di cioccolato fondente
      • 100 g di cioccolato bianco
      • 50 g di burro
      • 50 g di pistacchi
      • 1 cucchiaio di maraschino
      • Stampini a piacere per cioccolatini
      • Spatola d’acciaio
      • Termometro per alimenti

      Preparazione:
      Temperate il cioccolato come indicato sopra;
      versatelo negli stampini fino a riempirli completamente;
      capovolgete gli stampini facendo cadere più cioccolato possibile in una scodella;
      appena il cioccolato sarà un po’ rappreso passate una spatola sul bordo degli stampini e lasciare
      solidificare
       completamente il cioccolato in luogo fresco.
      Intanto…
      fondete il burro a bagnomaria col cioccolato bianco;
      spellare i pistacchi scottati in acqua bollente e tritateli;
      uniteli al composto di cioccolato e burro e al maraschino e poi lasciate raffreddare;
      distribuire il ripieno di cioccolato e pistacchi negli stampini e lasciarlo solidificare;
      sformate e servite i cioccolatini.

      CIOCCOLATINI ALLE MANDORLE E RUM:
      Occorrente per 20 cioccolatini
      • 125 g di mandorle pelate
      • 65 g di zucchero a velo
      • 2 cucchiai di rum
      • 200 g di cioccolato fondente

      Preparazione:
      temperate il cioccolato come descritto sopra
      tritate le mandorle con lo zucchero a velo e il rum;
      formatene delle palline, immergetele nel cioccolato fuso e scolatele;
      adagiate i cioccolatini in pirottini di carta vegetale e servite.

      CIOCCOLATINI AL CAFFE’
      Occorrente per 30 cioccolatini
      • 200 g di cioccolato fondente
      • tuorli d’uovo
      • 80 g di zucchero
      • 250 ml di latte
      • 1 cucchiaio di farina
      • 1 bustina di vanillina
      • 2 cucchiai di caffé solubile
      • 30 chicchi di caffé
      • Pirottini di carta

      Preparazione:
      Temperate il cioccolato
      spennellate col cioccolato fuso l’interno dei pirottini di carta e lasciatelo solidificare (potete anche
      lasciarvi aiutare dal freezer…)
      ripetere l’operazione per almeno 4 volte
      immergete nel cioccolato fuso i cicchi di caffé che lascerete poi solidificare
      Intanto…
      Portate ad ebollizione latte e caffé solubile
      sbattete tuorli, zucchero, farina e vanillina
      aggiungete il latte e mescolate
      portate il composto ad ebollizione per 8 minuti e lasciatelo raffreddare
      staccate dai pirottini il cioccolato e versatevi la crema al caffé
      decorate i cioccolatini coi chicchi di caffè ricoperti di cioccolato

      TARTUFI AL CIOCCOLATOOccorrente per 20 tartufi
      • 200 g di cioccolato al latte
      • 100 g di cioccolato fondente
      • 125 g di panna
      • 50 g di burro
      • 25 g di zucchero
      • 1 bustina di vanillina
      • 1 bicchierino di rum
      • 1 cucchiaio di cacao amaro

      Preparazione:
      Tritate il cioccolato fondente ed il cioccolato al latte;
      portate ad ebollizione burro, panna, zucchero e vanillina;
      fuori dal fuoco aggiungete i due tipi di cioccolato;
      lasciate raffreddare e aggiungete il rum;
      distribuite il composto a mucchietti metteteli in frigo per un’ora;
      formate delle palline e arrotolate i tartufi con le mani nel cacao amaro per poi disporli in pirottini
      di carta e servirli.


      PASTICCINI AL CIOCCOLATO?

      Occorrente per 8 pasticcini:
      • 200 g di cioccolato fondente
      • 2 cucchiaio di cacao
      • 2 noci di burro
      • tuorli
      • albumi
      • 200 g di zucchero
      • 100 g di zucchero a velo
      Preparazione:
      Fondete il cioccolato col burro e aggiungete il cacao;
      unite i tuorli sbattuti;
      montate a neve gli albumi, aggiungete lo zucchero ed incorporate al composto di cioccolato;
      versare il tutto in 8 stampini e fate cuocere a 180° per 10 minuti;
      a cottura ultimata spolverizzate i pasticcini con lo zucchero a velo.

      MERINGHE AL CIOCCOLATO
      Occorrente per 20 meringhe:
      • 100 g di cioccolato fondente
      • 100 g di cioccolato al latte
      • 200 g di zucchero a velo
      • 125 g di mandorle tritate
      • albumi
      • 1 pizzico di sale
      Preparazione: 
      Scaldate il forno a 180°
      Fondete i due tipi di cioccolato separatamente
      Aggiungete al cioccolato fondente 150 g di zucchero a velo e metà delle mandorle
      Aggiungete il rimanente di zucchero e mandorle al cioccolato al latte
      Montate a neve ben ferma gli albumi col sale ed uniteli ai due tipi di cioccolato
      Con un cucchiaio formate le meringhe ed infornatele su una teglia rivestita di carta forno per 15
      minuti.
    • www.alcioccolato.com

    martedì 17 settembre 2013

    Biscotti al limone di Bea

    Prima domenica di pioggia e settembre prelude all'imminente autunno..... Ed ecco le mie amiche pasticcione che  non si lasciano sfuggire l'occasione di accendere il forno!
    Questi bellissimi e buonissimi pasticcini al limone sono opera di mia cugina Beatrice....buon sangue non mente! 
    Buonissimi profumati e da portare a casa di amici per un buon tè all'inglese ....

    Ingredienti:

    per circa 35/40 pasticcini.
    - 1 uovo
    - 110 gr. di zucchero
    - 100 gr di burro morbido
    - 125 gr. di amido di mais o fecola
    - 125 gr. di farina
    - scorza grattugiata di un limone e succo di mezzo limone
    - un po' di piu' di mezza bustina di lievito
    - zucchero semolato più zucchero a velo

    Lavorare a crema il burro con lo zucchero, aggiungere poi l'uovo, la scorza di limone e il succo di limone. A seguire aggiungere la farina e la fecola setacciate e per ultimo il lievito.
    Viene una pasta abbastanza molle da far riposare in frigo per un'ora circa.
    Formare delle palline di pasta grosse come una noce e passarle prima nello zucchero semolato e poi nello zucchero a velo.
    Metterle sulla placca del forno rivestita di cartaforno e cuocere a 180 gradi per non piu' di dieci minuti in modalità statico. Quando sono pronti si dovrebbero esser formate sui pasticcini delle crepe come si vede dalla foto. 
    Far raffreddare prima di staccarli perchè appena tolti dal forno sono ancora morbidi dentro.






    domenica 15 settembre 2013

    Muffins

    Ingredienti per circa 12 muffins:
    3 uova intere
    250gr di zucchero semolato
    200gr di farina
    100gr di fecola di patate
    200gr di olio di semi di arachide
    1 bustina di lievito
    1 bustina di vanillina
    Gocce di cioccolato
    50gr di cacao amaro

    Montare a lungo le uova con lo zucchero fino a farle diventare un composto gonfio e chiaro, aggiungere delicatamente le farine, il lievito e la vanillina, dopodiché aggiungere l'olio e mescolare fino ad ottenere un bell'impasto liscio. 
    Per evitare che si smonti sarebbe meglio lavorare la prima fase con le fruste e la seconda mescolando con una paletta a mano.
    Versare metà dell'impasto in una sac a poche e versare negli stampini riempiendo i pirottini  per 2/3 , mescolare al restante impasto il cacao amaro e le gocce di cioccolato e riempire i restanti pirottini. 
    Cuocere in forno statico a 170° per circa 20 minuti.